skip to Main Content

Nel nome di Maria

Data: 16/07/2022
Ora: 21:00 - 22:30


Baglio Di Stefano, Gibellina

di Chiara Gambino
con Chiara Gambino e Alba Sofia Vella
musiche Domenico Gargano
Premio Mauro Rostagno 2021
Premio Festival l’ultima luna d’estate 2021
Menzione speciale Gibellina #cittàlaboratorio2021 

PRIMA NAZIONALE

Lo spettacolo trae spunto e rielabora un fatto di cronaca mafiosa avvenuto a Palermo il 14 Novembre del 1982.
La domanda che ha preceduto per molti anni (quasi 9) la stesura di questa drammaturgia nasce dall’esigenza di rispondere a un dubbio incessante che segna molte storie (sicuramente la mia) : “Sarebbe potuto andare diversamente?”.
Maria Lo Bello, protagonista del testo risponde inconsapevole a questa domanda per tutta la durata dello spettacolo con un flusso di coscienza verace e ironico fragile e disincantato raccontando l’incontro e l’amore che l’ha portata a “zitarsi” – fidanzarsi – con Calogero (Lillo per gli amici) Zucchetto; in questo dialogo incessante viene accompagnata da una guida, una “parca benevola” raccontando la vergogna per la sua terra così martoriata dalla guerra mafiosa e la nascita di un amore sognante ma pratico con cui comprende che una vita insieme è possibile.
La colonna portante dello spettacolo è il concetto di Tempo Spazio, troviamo infatti Maria che attende irrequieta, concitata, comica e spaventata in un luogo-non luogo che capiamo in seguito essere un punto vivo della città di Palermo; Maria e la guida sono quindi in costante attesa di Lillo, a questa attesa partecipa anche il pubblico, coinvolto attivamente in uno scambio emotivo costante e sincero, che cerca di mettere la basi per poter riflettere “nel tempo presente ” su cosa vuol dire – vivere in un luogo pregno di atteggiamento mafioso.
I toni sono intrinseci di ironia che nei momenti più intimi lascia spazio a un profondo, buio rammarico. I personaggi vivono in uno spazio vuoto, mutevole e multiforme che tende all’onirico, l’elemento sonoro appositamente composto da Domenico Gargano crea l’habitat volutamente rarefatto adatto per la loro rappresentazione. 

 

 

Le motivazioni della giuria per il Premio Mauro Rostagno

(Presidente Vanessa Scalera): 

– Miglior spettacolo: il racconto biografico di una donna attraverso il quale si illumina la contraddittoria e violenta realtà mafiosa nella vita quotidiana della coppia di una Palermo segnata dalla mafia degli anni ’80.
Lo sguardo ironico e disincantato che non prescinde dall’utopia della realizzazione di una realtà diversa, con umanità e leggerezza sviluppa sulla scena un dialogo empatico ed efficace 

– Da Sud sceglie di conferire il suo premio speciale allo spettacolo “Nel nome di Maria” in quanto coerente con il lavoro che l’associazione porta avanti, specialmente con i più giovani.
L’efficacia pedagogica del racconto è racchiusa nelle piccole cose della vita quotidiana e nel linguaggio semplice e diretto che consentono allo spettatore di essere coinvolto nei movimenti emotivi della protagonista e di immergersi in una riflessione profonda su una condizione sociale complessa 

– Premio miglior attrice a Chiara Gambino per la freschezza interpretativa e l’ironia attraverso cui guida il pubblico in una dolorosa vicenda 

Prenotazioni

Tipo di biglietto Prezzo Posti
Biglietto intero €15,00
Biglietto ridotto €10,00


Back To Top