skip to Main Content
Premio Gibellina#cittàlaboratorio

Il Premio Gibellina #cittàlaboratorio viene attribuito all’unanimità al progetto di Simone Corso dal titolo “Quando le porte delle case resteranno di nuovo aperte“, per l’interessante attualità del tema, trattato attraverso un’articolata chiave interpretativa che lascia intravedere possibili sviluppi su più piani narrativi che,  laddove questi fossero approfonditi, potrebbero trovare riscontro e apprezzamento anche nel pubblico più giovane.

 

È attribuita inoltre una menzione speciale al progetto “Pied de grue” di Federico Mosca per la coraggiosa scelta di mettere in scena uno spettacolo, con un affiatato gruppo di giovani attori, che fa del silenzio e del gesto il tratto distintivo di un’ansia familiare. 

 

Il Premio Gibellina #cittàlaboratorio è realizzato dalle Orestiadi di Gibellina in collaborazione con l’associazione Scena Aperta e con il sostegno del Comune di Gibellina. La giuria della quinta edizione del premio è composta da Roberto Giambrone, Claudio Gioè, Guido Valdini, Giovanna Velardi, Enzo Venezia, Alfio Scuderi. 
Back To Top