skip to Main Content
education
EDUCAZIONE e SCUOLE
Info e Contatti

Le attività educative sono indirizzate per rispondere alle esigenze di utenze diverse: adulti e famiglie, scolaresche, gruppi e migranti, singoli individui. Diversi sono i servizi offerti: dalle visite guidate alle collezioni e alle mostre temporanee, ai laboratori dedicati a bambini e agli adolescenti oltre ad incontri e laboratori con artisti in residenza e la collaborazione con enti e istituzioni per la realizzazione di progetti speciali. Il museo aderisce a iniziative nazionali come la Giornata del Contemporaneo, F@mu – Famiglie al Museo, Invasioni Digitali e iniziative promosse dal Mibact per consentire un sempre più ampio avvicinamento dei pubblici alla fruizione del proprio patrimonio culturale.

SCUOLE  PRIMARIE

 

Trame Mediterranee: Uomini, Dèi e supereroi. Scritture, geometrie ed arabeschi nelle creazioni dei popoli del Mediterraneo e nei linguaggi contemporanei.

#mediterraneo #sicilia #storia #culture #popoli #arte #creatività #esperienzatattile #viaggionelmondo #osservazione #gibellina #trame #scrittura #artecontemporanea  #intrecci #scambi #sognomediterraneo #ambiente #pace #migrazioni

Sin dall’antichità l’Uomo ha rappresentato se stesso e il mondo ultraterreno. Guardiamoci intorno e scopriamo statuette in terracotta che rappresentano antiche divinità, sculture che sembrano supereroi, maschere africane, dipinti, sino ad arrivare alle opere dei maestri dell’arte contemporanea. Chi rappresentano e cosa ci raccontano? Con quali materiali sono realizzate?

I piccoli esploratori del Museo scopriranno inoltre forme e decori, geometrie, scritture ed arabeschi attraverso alcuni manufatti d’uso quotidiano provenienti dai popoli del Mediterraneo, la Sicilia e il Medio Oriente, sino alle opere d’arte contemporanea: una porta marocchina con i decori geometrici, i kaftani e gli abiti delle feste, l’affascinante mondo dei Tuareg, i libri cancellati di Emilio Isgrò, le macchine spettacolari di Arnaldo Pomodoro realizzate per le Orestiadi (rassegna internazionale di teatro, musica, danza, arti performative) il prisente (drappo processionale) di Alighiero Boetti con riferimenti al mondo mediterraneo e alla scrittura, i mosaici di Michele Cossyro che ci fanno pensare a delle scritture o a degli animali fantastici, la scultura-totem di Moussa Traore che ci invita a riflettere sugli sprechi del mondo occidentale, la Montagna di sale e i cavalli-ariete di Mimmo Paladino, scenografia realizzata per le Orestiadi del 1990, considerata uno dei simboli di Gibellina. In conclusione della visita, ci siederemo tutti insieme sotto il Tappeto Volante. L’ installazione realizzata in corde di canapa e rame – riproduce una porzione del soffitto della Cappella Palatina di Palermo. Qui, racconteremo del viaggio dell’opera in tanti paesi del mondo, della bellezza e dell’amicizia tra le genti, per tornare alla Sicilia, ponte tra i popoli d’Europa e Africa, d’Europa e e del Medio Oriente.

6-10 anni

Ingresso al museo e visita guidata € 3 a studente

Durata: 2 h

Ingresso al museo, visita guidata e laboratorio  € 6 a studente

Durata: 3 h1/2

 

Piccolo ma prezioso: Osservo, tocco e imparo un tesoro di forme, segni e storie al Museo delle Trame.

#culture #popoli #osservazione #arte #creatività #tecniche #esperienzatattile #viaggionelmondo #mediterraneo #ilvaloredelledifferenze #artecontemporanea

Il percorso si dipana tra oggetti d’uso comune  e opere d’arte contemporanea alla scoperta  di antichi mestieri, tecniche e storie che stimolano la fantasia e la creatività.  Attraverso alcuni indizi, gli studenti  si metteranno alla ricerca di tanti piccoli dettagli rintracciabili nelle opere della collezione del museo. Ad ogni opera o particolare rintracciato, il visitatore potrà approfondire la conoscenza di particolari piccoli e preziosi e storie di mondi lontani come ad esempio le decorazioni boteh degli abiti turchi, la tradizione dei matrimoni tunisini e l’abito Tuareg, la storia della Regina di Saba e dei suoi preziosi carichi d’oro, aromi e pietre preziose, l’arte devozionale siciliana con la Madonna bambina in ceroplastica, le scritture nascoste di Alighiero Boetti, segni e colori nelle opere di Mario Schifano e Mimmo Germanà. Il viaggio al museo prosegue davanti alle macchine spettacolari di Arnaldo Pomodoro che sembrano delle navicelle spaziali, l’esperienza tattile con il mosaico di Michele Cossyro che ci ricorda antiche scritture o degli animali. La visita si concluderà sotto il Tappeto Volante, installazione che ci richiama alla bellezza e alla convivenza felice tra i popoli del Mediterraneo a partire dalla storia della Sicilia.

 

8-10 anni

Ingresso al museo e visita guidata € 3 a studente

Durata: 2 h

Ingresso al museo, visita guidata e laboratorio: € 6 a studente

Durata: 3 h 1/2

 

 

 

 

Trame Mediterranee: il valore delle differenze.

#mediterraneo #sicilia #storia #culture #popoli #arte #creatività #terremoto #1968 #memoria #gibellina #trame #artecontemporanea  #intrecci #scambi #sognomediterraneo  #pace #migrazioni #inclusione #ilvaloredelledifferenze

In un mondo complesso e spesso in conflitto, i linguaggi dell’arte ci propongono un dialogo pacifico e fecondo, ricco di creatività, scambi, e possibili armonie. Il percorso propone, a partire dal ricordo del terremoto del ’68  fino alla rifondazione della città di Gibellina, una sintesi tra le culture dei popoli del Mediterraneo nella produzione artistica, sino ai contributi degli artisti contemporanei in un continuo colloquio con i segni del nuovo, della sperimentazione, delle differenze che si fanno valore.

L’eterogeneità della collezione, consente, a partire dall’osservazione di ceramiche, gioielli, tessuti e costumi, di rintracciare le sequenze aperte di forme e segni che ci aiutano a riconoscere  alcune matrici decorative primigenie: l’arabesco, la scrittura, le geometrie, oltre a manufatti simbolici delle religioni monoteiste.

La visita prosegue tra le opere che testimoniano il contributo che gli artisti, provenienti da tutto il mondo, hanno dato alla ricostruzione della città di Gibellina dopo il sisma che la distrusse nel ’68 e alle nuove creazioni delle ultime generazioni.  Gli studenti saranno stimolati a confrontarsi con le opere degli artisti del gruppo Forma Uno – Accardi, Consagra, Turcato, Dorazio, con i segni della pop art italiana di Mario Schifano, il prisente(drappo processionale) di Alighiero Boetti con i suoi riferimenti al mondo mediterraneo, le macchine spettacolari di Arnaldo Pomodoro per le Orestiadi (rassegna internazionale di teatro, musica, danza, arti performative), i libri cancellati di Emilio Isgrò fino alla Montagna di sale con i cavalli-ariete di Mimmo Paladino. L’esperienza si conclude sotto il Tappeto Volante, installazione ideata dal gruppo Stalker e realizzata dalla comunità curda esule a Roma. L’opera rappresenta una porzione del soffitto della cappella Palatina di Palermo e, a partire dalla storia della Sicilia, diviene simbolo di un rigoglioso giardino-tempio tra le civiltà.

Ingresso al museo e visita guidata € 5 a studente

Durata: 2h

 

Gli alfabeti dell’arte: le relazioni tra scrittura, poesia e linguaggi contemporanei al Museo delle Trame.

#arte #poesia #scrittura #poesiavisiva  #artedel900 #racconto #artepovera #linguaggi #calligrafia #memoria  #teatro #improvvisazione

Il percorso proposto si sviluppa per far conoscere agli studenti una selezione di artisti protagonisti delle arti del ‘900 che hanno fatto della scrittura e della relazione tra scrittura, pseudo-scrittura e immagine una delle loro cifre stilistiche: i libri cuciti di Maria Lai, i libri cancellati e la poesia visiva di Emilio Isgrò, lettere e alfabeti che incontrano i colori di Alighiero Boetti con tecniche non pittoriche che danno vita ad un’idea pittorica, l’arte calligrafica arabo-islamica di Nja Mahdaoui, Toti Scialoja e le poesie dedicate in parte ai bambini, creando nonsense e limerick, Mimmo Rotella e Il manifesto dell’epistaltismo in cui la parola è soprattutto suono. Gli studenti saranno invitati a partecipare attivamente leggendo e interpretando alcuni testi e poesie delle opere degli artisti proposti.

 

Ingresso al museo e visita guidata € 5 a studente

Durata: 2h

 

 

Pietro Consagra: Arte Totale. Percorso speciale a 100 anni dalla nascita di uno dei principali esponenti dell’arte italiana, tra i protagonisti della rifondazione della città di Gibellina.

#arte #artecontemporanea  #artetotale #sicilia  #terremoto #gibellina #storiadellasicilia  #rinascita #partecipazione #testimonianze

 

Un percorso ad hoc al museo e tra le opere en plen air della Fondazione Orestiadi, a 100 anni dalla nascita dell’artista, tra i principali esponenti dell’arte italiana ed internazionale. La vita e le opere di Pietro Consagra a partire dalle sue origini siciliane, le scelte artistiche, le amicizie e il sodalizio con Ludovico Corrao, fino al fondamentale apporto dato dall’artista alla rifondazione della città di Gibellina, tra sculture e architetture bifrontali, la “Stella del Belìce”, le scenografie per le Orestiadi, i gonfaloni e le luminarie e tutto ciò che lui stesso definì “ornamento come aiuto a stare al mondo”.

 

Ingresso al museo e visita guidata € 5 a studente

Durata: 2h

 

 

 

Il Teatro contemporaneo: Le Orestiadi di Gibellina. Artisti, trame e mestieri in quarant’anni di teatro contemporaneo.

#teatro #orestiadi #gibellina #artisti #spettacoli #scenografie #mestieri #dalclassicoalcontemporaneo #registi #attori #spettacoli #partecipazione #storiadelteatro #testimonianze

Che cos’è il teatro contemporaneo? E cosa facevano grandi artisti da tutto il mondo proprio a Gibellina?

Pochi anni dopo il terremoto del 1968 per celebrare la rifondazione della città e segnare l’alba di un destino tutto da riscrivere, Ludovico Corrao lanciava un messaggio di rinascita attraverso il teatro delle Orestiadi, una rassegna internazionale di teatro, musica, poesia, arti visive in scena da 38 edizioni.

In tutti questi anni sono stati tantissimi gli spettacoli creati per il Festival, dalle tragedie di età classica alle creazioni originali. A partire dalle spettacolari scenografie e da tante altre testimonianze presenti nella collezione del Museo delle Trame Mediterranee ripercorreremo le storie del teatro a Gibellina che, come accadeva nel teatro classico della Grecia del V secolo a.C., ha contribuito a creare legami ed esperienze condivise dalla comunità.

 

Ingresso al museo e visita guidata € 5 a studente

Durata: 2h

SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO E SECONDO GRADO

 

 

Trame Mediterranee: il valore delle differenze.

#mediterraneo #sicilia #storia #culture #popoli #arte #creatività #terremoto #1968 #memoria #gibellina #trame #artecontemporanea  #intrecci #scambi #sognomediterraneo  #pace #migrazioni #inclusione #ilvaloredelledifferenze

In un mondo complesso e spesso in conflitto, i linguaggi dell’arte ci propongono un dialogo pacifico e fecondo, ricco di creatività, scambi, e possibili armonie. Il percorso propone, a partire dal ricordo del terremoto del ’68  fino alla rifondazione della città di Gibellina, una sintesi tra le culture dei popoli del Mediterraneo nella produzione artistica, sino ai contributi degli artisti contemporanei in un continuo colloquio con i segni del nuovo, della sperimentazione, delle differenze che si fanno valore.

L’eterogeneità della collezione, consente, a partire dall’osservazione di ceramiche, gioielli, tessuti e costumi, di rintracciare le sequenze aperte di forme e segni che ci aiutano a riconoscere  alcune matrici decorative primigenie: l’arabesco, la scrittura, le geometrie, oltre a manufatti simbolici delle religioni monoteiste.

La visita prosegue tra le opere che testimoniano il contributo che gli artisti, provenienti da tutto il mondo, hanno dato alla ricostruzione della città di Gibellina dopo il sisma che la distrusse nel ’68 e alle nuove creazioni delle ultime generazioni.  Gli studenti saranno stimolati a confrontarsi con le opere degli artisti del gruppo Forma Uno – Accardi, Consagra, Turcato, Dorazio, con i segni della pop art italiana di Mario Schifano, il prisente(drappo processionale) di Alighiero Boetti con i suoi riferimenti al mondo mediterraneo, le macchine spettacolari di Arnaldo Pomodoro per le Orestiadi (rassegna internazionale di teatro, musica, danza, arti performative), i libri cancellati di Emilio Isgrò fino alla Montagna di sale con i cavalli-ariete di Mimmo Paladino. L’esperienza si conclude sotto il Tappeto Volante, installazione ideata dal gruppo Stalker e realizzata dalla comunità curda esule a Roma. L’opera rappresenta una porzione del soffitto della cappella Palatina di Palermo e, a partire dalla storia della Sicilia, diviene simbolo di un rigoglioso giardino-tempio tra le civiltà.

Ingresso al museo e visita guidata € 5 a studente

Durata: 2h

 

Gli alfabeti dell’arte: le relazioni tra scrittura, poesia e linguaggi contemporanei al Museo delle Trame.

#arte #poesia #scrittura #poesiavisiva  #artedel900 #racconto #artepovera #linguaggi #calligrafia #memoria  #teatro #improvvisazione

Il percorso proposto si sviluppa per far conoscere agli studenti una selezione di artisti protagonisti delle arti del ‘900 che hanno fatto della scrittura e della relazione tra scrittura, pseudo-scrittura e immagine una delle loro cifre stilistiche: i libri cuciti di Maria Lai, i libri cancellati e la poesia visiva di Emilio Isgrò, lettere e alfabeti che incontrano i colori di Alighiero Boetti con tecniche non pittoriche che danno vita ad un’idea pittorica, l’arte calligrafica arabo-islamica di Nja Mahdaoui, Toti Scialoja e le poesie dedicate in parte ai bambini, creando nonsense e limerick, Mimmo Rotella e Il manifesto dell’epistaltismo in cui la parola è soprattutto suono. Gli studenti saranno invitati a partecipare attivamente leggendo e interpretando alcuni testi e poesie delle opere degli artisti proposti.

 

Ingresso al museo e visita guidata € 5 a studente

Durata: 2h

 

 

Pietro Consagra: Arte Totale. Percorso speciale a 100 anni dalla nascita di uno dei principali esponenti dell’arte italiana, tra i protagonisti della rifondazione della città di Gibellina.

#arte #artecontemporanea  #artetotale #sicilia  #terremoto #gibellina #storiadellasicilia  #rinascita #partecipazione #testimonianze

 

Un percorso ad hoc al museo e tra le opere en plen air della Fondazione Orestiadi, a 100 anni dalla nascita dell’artista, tra i principali esponenti dell’arte italiana ed internazionale. La vita e le opere di Pietro Consagra a partire dalle sue origini siciliane, le scelte artistiche, le amicizie e il sodalizio con Ludovico Corrao, fino al fondamentale apporto dato dall’artista alla rifondazione della città di Gibellina, tra sculture e architetture bifrontali, la “Stella del Belìce”, le scenografie per le Orestiadi, i gonfaloni e le luminarie e tutto ciò che lui stesso definì “ornamento come aiuto a stare al mondo”.

 

Ingresso al museo e visita guidata € 5 a studente

Durata: 2h

 

 

 

Il Teatro contemporaneo: Le Orestiadi di Gibellina. Artisti, trame e mestieri in quarant’anni di teatro contemporaneo.

#teatro #orestiadi #gibellina #artisti #spettacoli #scenografie #mestieri #dalclassicoalcontemporaneo #registi #attori #spettacoli #partecipazione #storiadelteatro #testimonianze

Che cos’è il teatro contemporaneo? E cosa facevano grandi artisti da tutto il mondo proprio a Gibellina?

Pochi anni dopo il terremoto del 1968 per celebrare la rifondazione della città e segnare l’alba di un destino tutto da riscrivere, Ludovico Corrao lanciava un messaggio di rinascita attraverso il teatro delle Orestiadi, una rassegna internazionale di teatro, musica, poesia, arti visive in scena da 38 edizioni.

In tutti questi anni sono stati tantissimi gli spettacoli creati per il Festival, dalle tragedie di età classica alle creazioni originali. A partire dalle spettacolari scenografie e da tante altre testimonianze presenti nella collezione del Museo delle Trame Mediterranee ripercorreremo le storie del teatro a Gibellina che, come accadeva nel teatro classico della Grecia del V secolo a.C., ha contribuito a creare legami ed esperienze condivise dalla comunità.

 

Ingresso al museo e visita guidata € 5 a studente

Durata: 2h

Altre attività

 

Invito alla lettura: #Libriamoci, #IlMaggiodeilibri #Presentazionilibri #Autori

Il Museo delle Trame Mediterranee e la Biblioteca Empedocle della Fondazione Orestiadi aderiscono alle iniziative #Libriamoci, al #IlMaggiodeilibri, si fanno promotori di incontri con autori, presentazioni di libri e ogni altra iniziativa volta a promuovere e sottolineare il valore sociale dei libri quale elemento chiave della crescita personale, culturale e civile. E’ possibile contattare il settore educativo per concordare progetti ad hoc per scuole di ogni ordine e grado.

 

 

 

Suggerimento: Vieni al museo in treno! 

Per le scuole del territorio suggeriamo un viaggio alternativo in cui le bambine e i bambini potranno, oltre a visitare il Museo, osservare il paesaggio delle campagne trapanesi, scattare fotografie, tracciare mappe del percorso che li condurrà a Gibellina.  Sono attivi infatti collegamenti ferroviari con la stazione di Salemi-Gibellina daTrapani, Mazara Del Vallo, Campobello, Castelvetrano, Partinico, Trappeto, Balestrate, Castellammare del Golfo, Alcamo. (L’offerta didattica non include i biglietti ferroviari. E’ possibile prenotare il servizio a pagamento per il trasferimento a/r dalla stazione di Gibellina al Museo).

 

Back To Top