skip to Main Content
Presentazione Del Catalogo Della Mostra “Alfonso Leto Opere Scelte 1977/2017” A Cura Di Marco Meneguzzo

Venerdì 27 aprile alle ore 16,30  – Palazzo Sant’Elia – Palermo

Intervengono: Antonino Ticali, Calogero Pumilia, Nino Pusateri, Francesco De Grandi, Valentina Di Miceli, Alfonso Leto.

 

“Alfonso Leto – spiega il curatore, Marco Meneguzzo – è uno scanner vivente. Un analista del reale, di tutto ciò che capita entro il suo raggio d’interesse (si badi, non nel suo raggio d’azione, e neppure nel suo raggio visivo), e che viene elaborato secondo codici autogeneranti e autogeneratisi. I codici, ancor più dei linguaggi, cambiano abbastanza rapidamente nel corso degli anni, ma lo scopo è sempre lo stesso: la codifica del reale secondo parametri intellegibili. Di fatto, questo è il compito dell’intellettuale, e difatti Leto è prima di tutto un intellettuale, poi un artista, perché dall’arte ha mutuato i suoi codici di riferimento e comunicativi”.

 

Originario di Santo Stefano di Quisquina, nell’agrigentino, dove vive e lavora, Alfonso Leto viene identificato spesso con l’etichetta di artista eclettico, surrealista, psichedelico. Definizione che rimanda agli anni Settanta e Sessanta. Leto non rinnega: “Per molti di noi – spiega – questa pittura fantastica era l’unica via d’uscita dalla “vulgata” guttusiana, dalla Guttuso-connection che aveva occupato la sensibilità siciliana, e con essa le gallerie e il mercato. Accanto a questo, come punto di riferimento avevamo – avevo – un legame forte con una figura storica del Gruppo 63, Gaetano Testa, che è stato per me un maestro. Grazie a lui ho compreso che il “centro” è dove noi siamo, e da lì dobbiamo agire, stabilendo un sistema di comunicazione col luogo e dal luogo in cui vivi e da cui teorizzi il tuo linguaggio e in cui agisci le tue relazioni umane”.

 

Il catalogo edito dalla Fondazione Orestiadi, è corredato da oltre 100 illustrazioni a colori. I testi introduttivi sono  di Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo, Andrea Cusumano assessore alla cultura del Comune di Palermo, Calogero Pumilia, presidente della Fondazione Orestiadi oltre al testo critico e intervista di Marco Meneguzzo. Biografia (a cura di Marta Sòllima), antologia critica, attività espositiva e riferimenti bibliografici. Testi bilingue (italiano e inglese). In occasione della presentazione e fino a al termine della mostra il catalogo verrà venduto al prezzo speciale di 15€.  Nei giorni successivi alla presentazione il catalogo sarà disponibile fino al 29 Aprile presso la sede della mostra e successivamente, presso il bookshop della Fondazione Orestiadi, Baglio Di Stefano, Gibellina, oppure richiedendolo scrivendo a info@orestiadi.it al prezzo di € 20,00 (oltre a spese di spedizione).

Back To Top